Programmare in swift - manuale italiano

Category: manuale (page 2 of 5)

07 – Guida al linguaggio Swift – Funzioni (2 di 3)

Nomi dei parametri esterni
A volte è utile dare un nome ad ogni parametro quando si chiama una funzione.

Se si desidera che gli utenti che utilizzeranno le vostre funzioni forniscano i nomi dei parametri quando chiamano la funzione, definire un nome  per ogni parametro esterno, in aggiunta al nome del parametro locale. Si scrive un nome di parametro esterno prima del nome del parametro locale , separati da uno spazio:

Continue reading

07 – Guida al linguaggio Swift – Funzioni (1 di 3)

Le funzioni sono blocchi autonomi di codice che eseguono uno specifico compito. Ad ogni funzione si assegna un nome e, quando è necessario eseguirla, la si richiama attraverso il nome assegnato.

Le funzioni in Swift possono esprimere qualsiasi cosa, da una semplice funzione C-style senza nomi dei parametri a un metodo di Objective-C-complesso con nomi dei parametri locali ed esterni per ogni parametro. I parametri possono fornire valori predefiniti per semplificare le chiamate di funzione .

Continue reading

06 – Guida al linguaggio Swift – Control Flow (3 di 3)

A differenza di C, Swift permette di utilizzare diverse volte “case” anche per gli stessi valori. Ad esempio, se parliamo di coordinate di un punto,  (0, 0) può rientrare in deversi “case”. In ogni modo, quando arriverà il punto (0,0) nell’iterazione, verrà preso in considerazione solo quello ed eventuali match successivi verranno ignorati.

Continue reading

06 – Guida al linguaggio Swift – Control Flow (2 di 3)

Do-While

L’altra variante di while, cioè do-while, esegue prima un singolo passaggio attraverso il blocco, prima di considerare la condizione. Dopo aver preso in considerazione la condizione continua a ripetere il ciclo finché la condizione risulta falsa.

Ecco la forma generale di un ciclo do-while:

do {

statements

} while condition

Continue reading

06 – Guida al linguaggio Swift – Control Flow (1 di 3)

Control Flow

Swift offre tutti i classici controlli di flusso utilizzati nei linguaggi C-like. Questi includono “for” “and” “while” che servono per eseguire un’istruzione più volte; “if” e “switch” per eseguire diversi rami di codice in base a determinate condizioni; “break” e “continue” per trasferire il flusso in esecuzione in un altro punto del codice.

Oltre al tradizionale ciclo for che si trova in C, Swift aggiunge un ciclo for-in che rende più semplice scorrere gli array, dizionari, intervalli, stringhe e altre sequenze di dati.

“Switch” in Swift è anche molto più potente rispetto al suo omologo in C. I casi di un’istruzione switch non continuano attraverso il prossimo “case”, evitando gli errori più comuni in C causati dalla mancanza di istruzioni “break”. I valori che corrispondono in un “case” possono essere associati a costanti o variabili temporanee per essere utilizzati all’interno del corpo del case.

Continue reading

Olderposts Newerposts

Copyright © 2017 Programmare in swift – manuale italiano

By Ivan ColasantiUp ↑